Itinerari in biciCiclabili su ferrovie dismesse
La formula Bici+Treno
In Italia - Austria - Germania - Svizzera - Gran Bretagna - DanimarcaBici+Aereo Flag

Galleria fotografica
Galleria immagini

La bici è come abbiamo ricordato il mezzo di trasporto via terra ideale, ideale in città dove le distanze sono in genere ridotte, e anche per visitare il territorio in modo sostenibile e cioè senza inquinare chimicamente e acusticamente, senza ingombrare e senza deturpare l'ambiente.

Unico difetto il ridotto raggio d'azione, in una giornata si possono percorrere a seconda delle gambe e dell'allenamento, e lasciando un po' di tempo per rifiatare e visitare il luogo raggiunto, da 50 a 100km, e quindi tale raggio difficilmente supera i 50km.

Un modo molto semplice ed efficace per aumentare il raggio d'azione è quello di usare il treno; sono molti i treni regionali e interregionali che in diversi paesi europei consentono il trasporto della bici a un prezzo non troppo elevato.

Si può allora raggiungere la stazione più vicina a casa, prendere il treno e raggiungere la stazione più vicina alla località desiderata e proseguire a pedali. Non si è nemmeno vincolati a ritornare per la stessa linea usata all'andata, basta raggiungere una qualsiasi stazione ferroviaria dalla quale sia possibile il ritorno a casa.

In alternativa si può raggiungere in bici una località distante anche 50 o 100km e poi tornare a casa in treno.

Oltre che per le gite della domenica, il servizio treno+bici è utilissimo per i viaggi a lunga gittata, magari all'estero. Anche qui il treno ci consente di raggiungere paesi piuttosto lontani in tempi ridotti, proseguire in bici e rientrare nella nostra città ancora con il treno.

Purtroppo si tratta di un servizio ancora molto disomogeneo; ottimo il livello in Svizzera dove quasi tutti i treni hanno posto per la bici, buono in Austria, Germania, Olanda, Cechia, Danimarca; presente ma un po' meno diffuso in Francia dove ha però il pregio di essere gratuito, Italia, Spagna. Più complicata la situazione in Gran Bretagna dove le ferrovie sono state privatizzate e divise in molte compagnie; quasi tutte comunque accettano bici a bordo e senza sovrapprezzo.


Un viaggio treno+bici richiede un minimo di pianificazione e di raccolta di informazioni per trovare la soluzione migliore; la cosa migliore è consultare il sito della Deutsche Bahn, ora anche in lingua italiana, che consente di individuare facilmente i collegamenti con trasporto della bici tra due stazioni; persino per due stazioni italiane funziona molto meglio dell'analogo sito Trenitalia, che nell'ultima versione non riporta nemmeno più l'icona della bicicletta per i treni con servizio bici. Dopo molte proteste ultimamente è ricomparsa un'enigmatica scritta "Bicicletta DTR" ma solo nelle info dei singoli treni. Ancora troppo poco, la scelta migliore resta quella di usare il sito DB.

Sul sito DB per trovare i collegamenti treno+bici tra due stazioni bisogna inserire il nome delle due stazioni di partenza e arrivo, data e ora desiderate, spuntare la voce Trasporto bicicletta in basso e infine Cercare. Viene riportata una lista di treni con trasporto bici molto ben strutturata. L'acquisto e la prenotazione on-line per il trasporto delle bici è possibile solo per i treni tedeschi.


Fonti bibliografiche e collegamenti esterni

Valido HTML 4.01!