Itinerari in biciMappaIn bici nel Veneziano
Alzaia del Sile: Treviso-Venezia
Mappa, altimetria, tabella di marcia - 51 km - Flag

Galleria immagini
Galleria immagini
Planimetria

Questo itinerario segue in buona parte un fiume, il Sile, come tante ciclabili ispirate al modello mitteleuropeo della Donauradweg; il Sile è un piccolo fiume che attraversa Treviso e va a sfociare in Adriatico subito a Nord della laguna di Venezia (in effetti un tempo il Sile sfociava direttamente in laguna e furono i Dogi a deviarne il corso per proteggere la laguna dall'interramento).


Punto di partenza la stazione di Treviso Centrale. Usciti dalla stazione si gira a destra e si segue la stradina lungo la ferrovia fino a sboccare sulla via Sebastiano Venier. Si passa sopra il Sile e si gira a destra pedalando lungo il fiume; poco dopo si passa sotto la ferrovia e da qui ha inizio la vera e propria ciclabile. Si continua a pedalare lungo il Sile su tratti sterrati alternati a tratti su strada asfaltata. Qui il Sile è popolato di molte specie di uccelli: folaghe(*), cigni, germani reali sono i più comuni.

Usciti dall'abitato si passa un ponte diga sulla destra, si prende a sinistra un tratto di strada asfaltata e poco dopo si trova sulla sinistra l'entrata al parco del Sile; qui si imbocca una passerella di legno (attenzione, da alcuni anni sulla passerella c'è l'obbligo di condurre la bici a mano). Siamo nella zona del suggestivo cimitero dei burci, antichi barconi abbandonati qui e ridotti a scheletri di legno.

Dopo la passerella la ciclabile riprende fino al paese di Casier, quindi continua su sterrato lungo il Sile fino a Lughignano dove si interrompe davanti a un cancello; un cartello annuncia da anni la realizzazione di una continuazione della pista ciclopedonale lungo il Sile, ma per ora ci sono solo due scelte alternative: a) passare sull'altra riva del Sile usando il piccolo traghetto (attivo solo d'estate); b) tornare indietro e prendere la strada sulla sinistra che attraversando una zona industriale ci riporta sulla strada nuova trevigiana; nel 2014 è stata realizzata una pista ciclabile sulla sua destra; seguendola arriviamo a Lughignano dove troviamo a sinistra la via della Chiesa che ci riporta verso il Sile; arrivati alla chiesa, abbiamo due scelte: a) [più breve] girare a destra seguendo le indicazioni "Bici in vacanza" e raggiungere subito il Sile; b) girare a sinistra fino alla quattrocentesca villa Corner Gabbianelli; poco prima sulla destra c'è il tracciato della ciclabile per la verità ancora da realizzare e sistemare; si tratta per ora di una strada erbosa con un passaggio su un canale di scolo su tavoletta di metallo che si può attraversare con la dovuta attenzione; alla fine si ritrova il Sile accanto alla rete della villa Corner; a destra si riprende la ciclabile su sterrato lungo il Sile.

Si prosegue lungo il Sile fino al segnale di fine pista e alla deviazione per Casale del Sile; si seguono strade locali passando vicino a campi sportivi fino alla via Belvedere e poco dopo sulla sinistra la strada per la passeggiata lungo il Sile in centro del paese; poi si ritorna sulla strada per Quarto d'Altino e si corre su una stretta corsia ciclabile sulla sinistra della strada.

A Quarto d'Altino ci sono diverse possibilità: a) concludere l'escursione prendendo un treno alla locale stazione sulla linea Venezia-Trieste; b) continuare lungo il Sile fino a Portegrandi e lungo la laguna fino a San Donà; c) continuare fino a Venezia (è il percorso della traccia GPS).

Le folaghe sono uccelli acquatici neri con il becco bianco, frequenti in ambienti lagunari; il nome folaga viene dal latino fulica, fuliggine che si riferisce al colore nero come fuliggine appunto. X

Ultima visita il 2015:01:04


Collegamenti