Itinerari in bicinelle Veneziea Veneziaal Lido di Venezia
Bandiera del Leone Una gita al Faro del Lido di Venezia
Altimetria, mappa, tabella di marcia - I Murazzi del Lido Flag

Galleria fotografica
Galleria immagini

Un itinerario leggero (appena 12km) e relativamente tranquillo nell'isola del Lido di Venezia.

Punto di partenza il piazzale S.M.Elisabetta terminale delle linee ACTV al Lido; si pedala verso Nord lungo la laguna per la Riviera S. Maria Elisabetta fino alla via M. Polo, qui si gira a destra e si percorre la strada fino alla fine di fronte all'ospedale del Lido; si gira a sinistra e si continua per strada asfaltata fino a una rotonda dove la strada asfaltata finisce, e una cancellata di legno segna l'ingresso nella zona protetta di S.Nicolò; il ciclista può passare per lo stretto passaggio a destra del cancello e proseguire su strada sterrata; si attraversa una zona a boscaglia e poi si sbocca nella zona di San Nicoletto; attualmente la stradina finisce in uno spiazzo davanti al cantiere dei lavori per il MOSE.

Sulla destra del cantiere una stradina corre lungo il recinto dapprima larga, poi ridotta a un budello tra recinto e staccionata fino a concludersi sulla spiaggia proprio all'inizio del nuovo molo costruito negli ultimi anni per il MOSE. Il ciclista può salire sul molo e proseguire verso il faro(*) del Lido; il primo tratto è quello nuovo rialzato di un paio di metri sul vecchio molo, di qui si possono osservare i lavori per il MOSE con la nuova isola artificiale costruita tra il molo del Lido e quello opposto di punta Sabbioni. Alla fine si scende di un paio di metri sul vecchio molo e si prosegue per un totale di 2,6 km (dalla spiaggia) fino alla rotonda circondata da blocchi di cemento che circonda il faro. Siamo su uno dei lati del porto di Lido uno dei tre canali di accesso dal mare alla laguna e al porto di Venezia (gli altri sono il porto di Malamocco e il porto di Chioggia).

Si gira intorno al faro e si torna indietro lungo il molo con vista sul litorale del Lido; nelle giornate limpide si vedono bene le sagome del Grand Hotel des Bains e dell'Excelsior.

Va segnalato che questa passeggiata in bici fino al faro del Lido, rischia di essere stravolta nel giro di pochi anni dalla speculazione edilizia; è stato infatti approvato il progetto di un villaggio turistico con porticciolo e parcheggio che comporterà la distruzione di questa “oasi di pace” a San Nicoletto. Non resta che augurarsi che questo progetto possa ancora essere fermato.


Valido HTML 4.01!
Il nome faro è secondo i puristi scorretto per questo che dovrebbe essere piuttosto definito un fanale non avendo la portata luminosa dei fari maggiori. D'altra parte è nell'uso chiamare fari anche questi fanali di minore portata. X